informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere bene il curriculum vitae

Commenti disabilitati su Come scrivere bene il curriculum vitae Studiare a Brescia

Conoscete tutti l’importanza di redigere un buon curriculum vitae? Sapete che è davvero il biglietto da visita per una assunzione? In questo articolo lo staff della Università online Niccolò Cusano di Brescia intende fornirvi alcuni speciali consigli su come scrivere il curriculum vitae.
trovare lavoro facilmente con un buon curriculum vitae
Ma iniziamo dal principio: il curriculum vitae rappresenta un aspetto estremamente importante nel momento in cui un laureato si accinge a cercare lavoro, ecco perché non deve essere assolutamente sottovalutato. Il cv, infatti, rappresenta un biglietto da visita che deve catturare l’attenzione dei selezionatori e per questo deve essere redatto in maniera chiara ed esaustiva, non ridondante e nemmeno confusionaria.

Inoltre, a meno che la selezione non sia per una azienda creativa che richiede un curriculum “personalizzato” unitamente al proprio portfolio di lavori – è sempre buona norma preferire il curriculum vitae in formato europeo (che può essere scaricato gratuitamente da tantissimi siti internet e compilato poi successivamente).

Come preparare un buon curriculum vitae

Ecco, dunque, alcuni consigli per scrivere il cv nel miglior modo possibile, così che questo possa diventare il primo passo verso una fiorente carriera lavorativa dove il laureato possa essere riconosciuto come un professionista.

1 – Inserire i corretti dati anagrafici

Inutile mentire sull’età o dare la residenza della nonna: i dati anagrafici sul curriculum (che ne occupano la prima parte) devono essere chiari e corretti. Occorre, dunque, inserire nome e cognome, residenza (o eventuale domicilio – se diverso), data di nascita, età, sesso, stato civile, telefono ed indirizzo email.

I dati di contatto devono essere corretti e prontamente controllati: sarà quello il modo con cui i recruiter vi contatteranno in caso di interesse.

2 – Fotografia? Si ma niente selfie

A corredo dei dati anagrafici è bene inserire una fotografia in formato fototessera. Deve, ovviamente, essere aggiornata e scattata in un contesto professionale. Niente selfie al mare in costume o con facce di amici ritagliate per mascherarne la presenza affianco a voi.

3 – Esperienze formative

Successivamente nel curriculum vitae vanno inserite le proprie esperienze lavorative in ordine decrescente (cioè dalla più recente alla più vecchia). In questo caso il cv in formato Europass vi guida nell’inserimento dei dati necessari.

Una precisazione utile: se i voti scolastici e universitari sono stati buoni, indicateli, diversamente è meglio farne a meno. È buona norma anche annotare titolo e argomento della tesi di laurea in quanto potrebbe diventare uno spunto per “rompere il ghiaccio” nel corso del colloquio di lavoro per il quale sarete chiamati.

4 – Esperienze lavorative

Le esperienze professionali vanno inserite dopo quelle formative solo se non sono coerenti con la posizione per la quale ci si sta candidando o se sono pochissime (nel caso di un neo-laureato); in caso contrario è bene invertire le due sezioni in quanto ai selezionatori interesserà maggiormente la parte dedicata alle esperienze nel mondo del lavoro.

Tra le esperienze professionale nel curriculum vanno inserite quelle attuali e le precedenti (in ordine dalla più recente a quella più vecchia), specificando sempre la posizione ricoperta in termini di obbiettivi e responsabilità, di dipendenza o di collaborazione.

In questa sezione è buona norma anche scrivere le conoscenze e le esperienze fatte sul campo: che cosa si fa fare e i propri punti di forza.

Organizzare al meglio questa parte aiuterà a trovare lavoro facilmente con un buon curriculum vitae!

5 – Conoscenza delle lingue straniere e conoscenze informatiche

Una sezione a parte deve essere dedicata alla conoscenza delle lingue straniere (andrà indicato il livello di comprensione scritta ed orale per ogni lingua e il possesso di eventuali attestati). Stessa cosa per le conoscenze informatiche: linguaggi di programmazione, capacità di utilizzo dei principali pacchetti software, esperienze specifiche su programmi grafici, gestionali, di database.

Per dare un senso di ordine e chiarezza è importante, per questa sezione, creare degli elenchi puntati.

6 – Interessi ed aspirazioni

In un curriculum vitae per trovare lavoro, infine, è importante anche inserire una sezione “personale”, dedicata ai propri hobby e alle proprie passioni. Un recruiter che vedrà un candidato interessato, sveglio e dotato di curiosità, sarà maggiormente invogliato a contattarlo per un colloquio di lavoro.

In ultimo, non scordate mai che cv e lettera di presentazione (da redigere diversa per ogni azienda per la quale ci si presenta; vietati i copia-incolla) devono essere aggiornati in maniera puntuale, devono essere scritti in un italiano corretto ed, eventualmente, tradotti in inglese.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali