informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è e a cosa serve l’ipnosi?

Commenti disabilitati su Cos’è e a cosa serve l’ipnosi? Studiare a Brescia

Sei uno studente iscritto alla facoltà di psicologia a Brescia e vorresti approfondire il tema dell’ipnosi? In questo caso sei fortunato! Lo staff dell’università online Niccolò Cusano di Brescia ha realizzato infatti una guida per capire cos’è l’ipnosi e a cosa serve.

Se vuoi saperne di più, non ti resta che continuare a leggere.

Cos’è l’ipnosi?

Probabilmente nel tuo percorso universitario avrai già avuto modo di entrare in contatto con la tematica dell’ipnosi. Nel nostro approfondimento vogliamo fornire agli studenti di psicologia e a coloro che sono incuriositi da questa tecnica le conoscenze adeguate per saperne di più. Pertanto, che tu sia un futuro psicologo o un semplice appassionato del settore, siamo sicuri che troverai interessante ed affascinante quanto stiamo per illustrarti. Partiamo dunque dalla domanda basilare, ovvero cos’è l’ipnosi.

Con il termine ipnosi intendiamo una procedura che induce in un soggetto uno stato di alterazione della propria coscienza. Attraverso l’evocazione di sensazioni, emozioni e associazione mentali, un bravo operatore è in grado quindi di mandare in trance un soggetto. Cosa accade quindi al soggetto ipnotizzato? La persona che viene ipnotizzata entra in una condizione di rilassamento tale da poter raggiungere parti inaccessibili della propria mente.

Si tratta di un fenomeno psicologico la cui storia risale a quella della specie umana. Se volessimo parlare di storia dell’ipnosi dovremmo infatti risalire agli uomini primitivi. Questi utilizzavano l’ipnosi nella pratica di riti religiosi e medici per accrescere la fede nel misticismo e nella magia. Nel lontano passato quindi, quella che oggi è una pratica riconosciuta e praticata in campo psicoterapeutico, era legata a qualcosa di soprannaturale e mistico.

Oggi l’ipnosi è considerata una procedura in cui il paziente viene indotto a sperimentare cambiamenti a livello di sensazioni, percezioni, pensieri e comportamento. La psicoterapia ipnotica è una vera e propria rieducazione dell’adattamento del paziente alla vita.

L’ipnosi può migliorare la memoria, i comportamenti ed il carattere. Può aiutare a correggere abitudini sbagliate e spesso viene utilizzata per la gestione del dolore. Nonostante le controindicazioni alla metodica siano poche, è sempre preferibile evitare l’ipnosi per bambini, soggetti con malattie psichiatriche, epilettici e cardiopatici.

cosa è ipnosi seduta

Credits: [photographee.eu]/Depositphotos.com

Ipnosi: le tecniche più diffuse

Quali sono le tecniche di ipnosi più diffuse? Le tecniche disponibili sono molte. Tra queste è obbligatorio citare l’ipnosi regressiva e l’ipnosi Ericksoniana. La prima conduce il paziente a ricordare esperienze passate, anche di vite precedenti, la seconda richiede un’attività immaginativa e creativa del paziente.

Vi è poi l’autoipnosi con cui una persona raggiunge da sola l’alterazione della coscienza.

Analizziamo nel dettaglio tutte e tre le tecniche.

Ipnosi regressiva

Con il termine ipnosi regressiva intendiamo una tecnica sperimentale che permette di ricercare le cause dei conflitti attuali nel mondo remoto dei sogni. Al paziente viene dunque data la possibilità di tornare indietro nel tempo per ricercare le radici simboliche dei suoi conflitti attuali.

La tecnica dell’ipnosi regressiva viene utilizzata all’interno di percorsi psicoterapeutici volti a trattare ansia, panico, depressione, disturbi alimentari e ossessioni. Non è adatta invece per pazienti affetti da depressione maggiore acuta, psicosi, minorenni e donne in gravidanza.

L’utilizzo di questa tecnica richiede un profondo impegno da parte del terapeuta e del paziente. Per questo di solito gli incontri hanno cadenza quindicinale e si protraggono per una decina di incontri.

Ipnosi Ericksoniana

Questa seconda tecnica prende il nome da Milton Hyland Erickson, famoso psichiatra fondatore dell’ipnosi moderna o Ericksoniana.

Ritendendo l’ipnosi una condizione naturale che si verifica spontaneamente nei diversi momenti della quotidianità, Erickson la utilizzava in modo creativo. Nessun ricorso quindi ad un rituale standard.

L’ipnosi Ericksoniana prevede un processo basato su tre fasi.

Preparazione

È la fase di conoscenza tra il paziente e il terapeuta. L’obiettivo è creare un rapporto solido tra i due, basato sulla fiducia, sul reciproco rispetto e sulla comprensione. In questa fase il terapeuta raccoglie informazioni sulle esperienze e le conoscenze del paziente, indaga le strutture mentali e i sistemi di credenze. Fondamentale è, da parte del paziente, un’aspettativa positiva circa la risoluzione del problema.

Trance terapeutica

Nella seconda fase gli schemi del paziente vengono temporaneamente alterati con lo scopo di aumentare la ricettività ad altri modelli di funzionamento mentale.

Valutazione e ratifica del cambiamento terapeutico ottenuto

Fase finale in cui il terapeuta comunica al paziente quali sono le alterazioni del funzionamento sensoriale e percettivo avvenute. Il paziente diventa consapevole dei cambiamenti riportati alla sua persona.

Autoipnosi

Terminiamo con l’autoipnosi, ovvero una forma di ipnosi autoindotta. Le tecniche di autoipnosi si basano su un singolo concetto, ovvero la concentrazione su una singola idea, parola o immagine.

Anche per l’autoipnosi esistono diverse tecniche di induzione, tra queste ricordiamo la più utilizzata, ovvero quella di Benson che prevede 7 passaggi:

  1. Scegliere l’oggetto della concentrazione
  2. Sedere ad occhi chiusi in un luogo tranquillo
  3. Rilassare i muscoli e concentrarsi sul respiro
  4. Pensare silenziosamente all’oggetto scelto
  5. Procedere così per 10/20 minuti
  6. Se l’oggetto di meditazione viene perso, riportare il pensiero su di esso
  7. Una volta terminato il tempo prefissato, riaprire gli occhi

Eccoci giunti al termine della nostra guida su cos’è l’ipnosi e a cosa serve. Se sei laureato in psicologia, ti sarà utile sapere che presso Unicusano è attivo il Master II Livello in Ipnosi e tecniche di rilassamento integrato.

Restando in campo psicologico, leggi anche la nostra guida alle teorie psicodinamiche.

Credits: [leolintag]/DepositPhotos.com

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali