informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare la sera prima dell’esame?

Commenti disabilitati su Cosa fare la sera prima dell’esame? Studiare a Brescia

Non importa quanti esami universitari tu abbia sostenuto fino a questo momento. Se hai un esame, il giorno prima, ed in particolare la sera prima, quel pizzico di agitazione riesce sempre a farsi sentire. Sentirsi agitato e leggermente in ansia è del tutto normale, anche per quegli studenti che sono sicuri della propria preparazione. L’importante è non farsi prendere dal panico e trovare dei modi per allentare la tensione.

Proprio per questo motivo, il nostro staff ha pensato ad una guida su cosa fare la sera prima dell’esame. Un vademecum delle 9 buone pratiche da mettere in atto per arrivare lucido e rilassato (per quanto possibile) all’esame della mattina seguente.

Se nelle prossime settimana dovrai affrontare anche tu qualche esame all’università, ti consigliamo di leggere i nostri suggerimenti.

Cosa fare la sera prima dell’esame: 9 rituali anti stress

cosa fare la sera prima dell'esame lampada

DepositPhoto.com/bacho123456

Come detto poco fa, sentirsi tesi e agitati prima dell’esame è normale. Tutti gli studenti, compresi i nostri iscritti all’Università di Brescia, sanno che la sera prima dell’esame è il momento in cui la tensione si fa più forte. Per evitare di non dormire e svegliarsi la mattina dell’esame in modalità zombie, ecco 9 pratiche o consigli indispensabili da mettere in atto.

1 – Fare una passeggiata prima di cena

Hai finito di ripassare per l’esame? In questo caso, un buon modo per riprendersi dalla fatica dello studio è concedersi una pausa prima di cena. Se abiti in centro, potresti uscire e fare una passeggiata per negozi, prendere una bibita fresca al bar e magari fare due chiacchiere con qualche conoscente. Se invece abiti in campagna potresti fare una passeggiata tra i campi in bicicletta per respirare aria sana. Nel caso la tua casa fosse vicina al mare potresti fare una bella camminata sulla spiaggia gustandoti un gelato al tramonto. Vedrai che ti basteranno 30 o 40 minuti fuori casa per ossigenare il cervello e smaltire la tensione sia fisica che mentale.

2 – Smettere di ripassare

Anche se ripassare il giorno prima dell’esame è importante per fissare certi concetti, arriva il momento di fermarsi. La mente ed il fisico hanno bisogno di riprendersi e rilassarsi. La cosa da fare la sera prima dell’esame quindi è proprio evitare di continuare a stressare il nostro cervello con lo studio. Abbiamo ripassato tutto il giorno? Perfetto, ora stacchiamo la spina e concediamoci del sano relax. Una passeggiata ad esempio, come suggerito poco fa, o altro. L’importante è non mandare in tilt il nostro cervello. Eventualmente, se c’è qualche concetto che fatichi a ricordare, ripassalo la mattina presto prima dell’esame. Ricorda però di non esagerare, altrimenti otterrai l’effetto contrario.

3 – Preparare il necessario per il giorno dopo

Ricordi quando andavi a scuola e la sera prima preparavi lo zaino per il giorno dopo? Bene, puoi farlo anche all’università. Se il tuo esame è fissato di mattina, vuol dire che ti alzerai abbastanza presto e non avrai tempo per fare tutto. Non farti trovare impreparato! La sera prima dell’esame, prepara il tuo zaino con i libri e gli appunti e predisponi anche gli abiti da indossare. In questo modo ti sentirai più tranquillo di prepararti con calma e dovrai pensare solo ad uscire di casa e fare bella figura.

4 – Cenare in modo leggero

La cena della sera prima di un esame non va sottovalutata. Prima di tutto non commettere l’errore di saltare la cena perché senti che hai lo stomaco chiuso per la tensione. In secondo luogo, opta per una cena leggera. L’agitazione tende a farci sentire il cosiddetto stomaco chiuso. Questa sensazione può causare contrazioni allo stomaco, pertanto è meglio evitare di appesantirlo con cibi più difficili da digerire. Porta in tavolo un pasto leggero, ma nutriente come pesce ed insalata, hamburger e verdure. Evita poi le bevande contenenti caffeina, teina e varie sostanze eccitanti che possono aumentare il nervosismo e non far dormire la notte. Assolutamente da evitare bevande alcoliche.

5 – Uscire sì, ma con moderazione

Se hai voglia di uscire un po’ la sera prima dell’esame, nessuno lo vieta, ma l’importante è farlo con moderazione. In questo caso potresti concederti una passeggiata dopo cena con qualche amico senza fare tardi e soprattutto senza bere e brindare in allegria. Vada per un gelato, un cocktail analcolico, una bevanda rinfrescante, ma evita assolutamente altro che potrebbe farti star male di notte. Cerca di tornare a casa in modo da garantirti un riposo adeguato.

6 – Dedicarsi ad un hobby

Se dopo aver cenato hai ancora voglia di rilassarti, potresti dedicarti ad un hobby in modo da tenere la mente occupata. Ti piace leggere, ascoltare musica, suonare la chitarra? Quale migliore occasione per trascorre un paio d’ore facendo qualcosa che ami, tenendo lontana la tensione? Ritagliarsi del tempo per sé stessi aiuta sempre a ritrovare la giusta dose di energia per affrontare gli impegni del giorno dopo. Evita hobby che richiedono uno sforzo mentale particolare che andrebbe a stancare ancora di più il tuo cervello.

7 – Guardare un film

Uno dei modi per passare la serata in tranquillità è mettersi comodi sul divano a guardare un bel film. Si tratta di un ottimo modo per trascorrere un paio d’ore senza pensare all’esame. Se sei un amante del cinema, potresti anche pensare di andare a guardare un film direttamente sul grande schermo. In questo caso, scegli il primo spettacolo serale, in modo da tornare a casa non troppo tardi e metterti direttamente a dormire. Se deciderai di vedere un film, ti consigliamo di optare per una commedia o comunque un film leggero e divertente.

cosa fare la sera prima dell'esame camomilla

DepositPhoto.com/zakalinka

8 – Bere una camomilla

Il consiglio più antico del mondo per rilassarsi? Bere una camomilla. È risaputo infatti che la vecchia e sana camomilla aiuta a rilassarsi, pertanto, mezz’ora prima di andare a dormire, preparane una bella tazza. La pianta di camomilla ha proprietà sedative grazie alla presenza di flavonoli e alcuni componenti che agiscono sui recettori del cervello, proprio come alcuni farmaci.

Tuttavia, la camomilla non è l’unico rimedio naturale contro l’ansia. Se il suo sapore non ti piace, puoi scegliere anche infusi a base di melissa, tiglio o valeriana.

9 – Andare a dormire presto

Dopo aver passato la serata in modo sereno e aver preso la tua buona camomilla, è giunta l’ora di coricarsi. Andare a letto troppo presto potrebbe essere inutile, perché rischieresti di svegliarti nel cuore della notte e non riprendere sonno. Al contrario, addormentarsi troppo tardi potrebbe essere massacrante per la tua mente. Cerca quindi un compromesso. Se la sveglia suonerà alle 7 di mattina, potresti andare a dormire verso 22:30 – 23:00 in modo da garantirti circa 8 ore di sonno. L’importante è dormire a sufficienza in modo da alzarsi fresco, lucido e pronto ad affrontare una giornata tosta.

Cosa ne pensi dei consigli di Unicusano su cosa fare la sera prima dell’esame? Siamo sicuri che mettendo in atto questi 9 suggerimenti, sarai in grado di affrontare l’esame con minore ansia. Per gestire ancora meglio il tuo stato d’animo, leggi anche come evitare lo stress universitario.

Credits immagine: DepositPhoto.com/Elnur_

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali