informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Diventare giornalisti pubblicisti: ecco come fare

Commenti disabilitati su Diventare giornalisti pubblicisti: ecco come fare Studiare a Brescia

Volete sapere come diventare giornalisti pubblicisti? In questo articolo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Brescia fornirà tutte le indicazioni necessarie, con un focus conclusivo relativo al miglior percorso di studi per affrontare questa professione.

Come diventare pubblicisti: ecco come fare

Per i giovani bresciani che vogliono portare avanti l’iscrizione nell’elenco dei pubblicisti è necessario rivolgersi al Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti  della Lombardia.

iscrizione elenco dei giornalisti pubblicistiSarà indispensabile presentare una documentazione che attesta che il candidato è in possesso dei requisiti di legge (assenza di precedenti penali, attestazione di versamento della tassa di concessione governativa), inoltre occorre presentare gli articoli -necessariamente firmati e pubblicati in giornali e periodici – contestualmente ai certificati dei direttori responsabili che comprovino l’attività pubblicistica regolarmente retribuita da almeno due anni.

In ultimo va presentata la documentazione dei compensi percepiti negli ultimi 24 mesi, che devono essere in regola con le norme fiscali in materia.

Il sito web dell’Ordine dei Giornalisti, per quanto riguarda l’importo delle tasse e il numero di articoli necessari, afferma che la giurisdizione è a cura degli ordini regionali.

Nel nostro caso, l’Ordine della Lombardia sancisce che sono da presentare un minimo di 40 articoli firmati scritti nel corso del biennio appena trascorso (dunque, vanno presentati articoli con la data di pubblicazione in evidenza).

L’ordine non ha, invece, sancito un limite per la retribuzione minima necessaria per l’iscrizione nell’elenco dei giornalisti pubblicisti. Dunque, i giovani che intraprendono questo percorso, possono solo far riferimento al tariffario per le prestazioni autonome dei giornalisti che non riveste carattere di obbligatorietà.

In conclusione, i requisiti per giornalisti iscritti all’albo come pubblicisti sono estremamente aleatori: raccomandiamo principalmente di  documentare di aver svolto un’attività giornalistica adeguatamente retribuita e continuativa nell’ultimo biennio.

Giornalista pubblicista: chi è

Il carattere di “non professionalità” rappresentato dall’essere pubblicisti, concorre a formare una definizione della professione che può essere articolata come segue…

Il giornalista pubblicista è normalmente una persona che esercita altre professioni e che, quindi, non può svolgere in esclusiva la professione di giornalista. L’attività di giornalista pubblicista consiste, in ogni modo, nella redazione di scritti, articoli e corrispondenze su giornali e periodici (la legge non parla di tirature, aree diffusionali, corpo redazionale eccetera). L’attività sarà comprovata dai certificati rilasciati dai direttori.

Differenze tra pubblicisti e professionisti, quali sono?

La definizione lascia subito intendere che esistono differenze tra giornalisti pubblicisti e giornalisti professionisti; vediamole nel dettaglio…

Ai sensi dell’art. 1 legge n. 69/1963, un giornalista professionista colui che esercita in modo esclusivo e continuativo la professione di giornalista.

Per diventare giornalisti professionisti, ed iscriversi nel relativo elenco, è necessario aver effettuato 18 mesi di praticantato unitamente a corsi di formazione o preparazione teorica anche “a distanza”, della durata minima di 45 ore oppure aver frequentato un biennio di scuola di giornalismo. Successivamente occorrerà superare l’esame di idoneità professionale (come recita l’articolo 32 della legge n. 69/1963)

Come già detto, invece, l’attività pubblicistica è da considerarsi continuativa e regolarmente retribuita, per almeno due anni (art. 35 legge n. 69/1963) ma non esclusiva.

Altre informazioni potete trovarle sul sito internet dell’ODG.

Master in giornalismo: ecco il miglior percorso formativo

Per venire incontro alle esigenze di tutti i giovani interessati a questa professione, la Unicusano di Brescia mette a disposizione il master online per giornalisti Teorie e tecniche dell’informazione giornalistica.

Il Master di I livello, arrivato alla sua seconda edizione, mira a fornire agli studenti tutte le conoscenze necessarie per addentrarsi nel mondo del new journalism: consente, infatti, di acquisire un quadro completo ed in linea con le trasformazioni intervenute nell’ultimo decennio, del mondo del giornalismo e dell’informazione più in generale.

Il percorso formativo consentirà di attraversare le fasi ed i passaggi principali dell’evoluzione di questa professione dalla nascita ad oggi, di conoscere le regole principali della professione, i mezzi di informazione, l’organizzazione all’interno delle varie redazioni, come si recuperano le informazioni e come si scrivono,  il supporto fornito al giornalismo dai social network e l’importanza che ormai rivestono foto e video per accompagnare le notizie. Infine, offre uno spaccato reale e puntuale anche su un altro aspetto del giornalismo: quello degli uffici stampa.

Il focus principale del master per giornalisti di Unicusano è nell’analisi e nello studio della svolta multimediale dell’informazione: alle notizie classiche si è unita la multimedialità sotto forma di video e foto. E non solo, sarà anche fatto cenno a come salvaguardare l’informazione di qualità della democratizzazione delle notizie imposte dall’uso comune e popolare dei social network.

Per avere altre informazioni, è possibile compilare il form presente sulla home page di Unicusano.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali