informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Stress esami universitari: come combatterlo

Commenti disabilitati su Stress esami universitari: come combatterlo Studiare a Brescia

L’università rappresenta agli occhi di tutti un trampolino di lancio per acquisire una formazione che permetta di lanciarsi nel mondo del lavoro a testa alta aumentando le possibilità di essere assunti o di poter portare avanti le proprie aspirazioni professionali. Al contempo – purtroppo – risulta spesso essere fonte di ansia e stress per quei giovani che si approcciano allo studio in maniera non serena e senza un giusto metodo.
calmare l’ansia
In questo articolo, proprio per venire incontro a queste esigenze, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Brescia intende fornire dei consigli per vincere lo stress da esami universitari e vivere il percorso universitario in maniera più rilassata, senza preoccupazioni e con una mentalità maggiormente razionale.

Infatti, a causare questi stati d’ansia è principalmente l’irrazionalità che porta a non concentrarsi in maniera lucida sul percorso di studi in generale e sull’esame da affrontare in particolare e in maniera lungimirante sull’energia da investire in vista di un futuro lavorativo.

Prima di dare dei consigli utili a capire come calmare l’ansia, occorre precisare che una piccola quantità di stress è benefica a, in quanto mette in moto meccanismi  cerebrali quali attenzione e concentrazione che fanno sì che le performance universitarie migliorino notevolmente. Detto ciò, quando l’ansia da esame è troppa si può incorrere in un “blocco” delle suddette capacità cerebrali, tanto che si può arrivare persino a fare scena muta ad un esame.

Come sconfiggere l’ansia? Ecco i consigli di Unicusano

Prima di fornire dei consigli specifici su come contrastare lo stress universitario, è importante distinguere tra i fattori di stress, che sono le situazioni che provocano stress, e le risposte allo stress, cioè i comportamenti e le reazioni fisiche o psicologiche a tali situazioni.

Infatti, ciò che per qualcuno rappresenta una fonte insuperabile di stress, per altri può essere un semplice ostacolo da superare con uno slancio di energia e una manciata di buona volontà.

Nello specifico, gli studenti che vengono bloccati dalla cosiddetta “ansia da esame”, soffrono di una forma vera e propria di ansia da prestazione, in quanto si sentono giudicati e valutati. Questo – secondo gli psicologi che da anni lavorano alla definizione di questo tipo di stress – avviene perché il giovane sente valutata anche la sua intelligenza e le sue capacità personali anziché la sola preparazione riferita allo studio dell’esame in questione. Ed ecco che l’autostima scende e lo stress e la paura attanagliano il cervello impedendogli di ragionare lucidamente.

Per ovviare a queste situazioni, gli studenti ansiosi possono attivare due tipi di comportamenti preventivi che agiscono sul fisico e sulla mente; vediamoli insieme…

Training autogeno, meditazione, yoga

I metodi di rilassamento fisico sono fondamentali per distendersi e vanno attuati in maniera regolare. Infatti, alternare allo studio momenti di svago permette al cervello di riposarsi facendo sedimentare in tranquillità le informazioni apprese fino a quel momento.

I momenti di riposo, come detto, possono essere corredati da training autogeno che favorisce il contenimento dell’ansia. Ma non solo: sono ben accetti tutti quei comportamenti che fanno star bene come una nuotata in piscina o una passeggiata con gli amici.

Gruppi di studio? Via libera!

Se si teme di essere sopraffatti dall’ansia, è bene cercare fin da subito (cioè non solo all’esame ma anche nel momento della preparazione) il confronto con altre persone. E chi meglio di altri studenti di fronte ai quali esporre il proprio studio può aiutare a frenare l’ansia?

Stay healty

Un riposo adeguato, una dieta regolare ed equilibrata, del sano sport e una vita serena sono gli ingredienti migliori per sconfiggere l’ansia.

Stop alla negatività

Per cercare di debellare gli stati d’ansia pre-esame è importante approcciarsi allo studio in maniera positiva evitando considerazioni come “se fallisco è finita” o ”se non supero questo esame non riuscirà mai ad affermarmi”.

Programmare adeguatamente lo studio

Per cercare di non essere sopraffatti dall’ansia è bene cercare di acquisire quante più informazioni possibili sugli argomenti e le modalità d’esame: la conoscenza permette di anticipare le situazioni possibili e di sentirsi in grado di affrontarle.

Inoltre occorre studiare in maniera calma e senza fretta, per evitare l’insorgenza di situazioni stressanti. In ultimo cercate di evitare il ripasso dell’ultimo momento, soprattutto quando il docente sta già interrogando: questa abitudine genera dubbi, ansia e confusione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali