informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Trovare lavoro con Twitter: 5 consigli

Commenti disabilitati su Trovare lavoro con Twitter: 5 consigli Studiare a Brescia

I social network sono diventati ormai una vera e propria vetrina della nostra personalità e delle nostre competenze, tanto che molti profili personali si vanno via via trasformando in pagine dove è possibile “raccontarsi” in maniera professionale. Ma non solo Facebook e Linkedin (social network, quest’ultimo, nato per i professionisti) ma anche Twitter è uno strumento indispensabile per trovare lavoro e costruirsi una reputazione.
social network e lavoro
È quindi possibile trovare lavoro con Twitter? La risposta è si: lo staff dell’Un9iveraità online Niccolò Cusano intende in questo articolo fornire alcuni speciali consigli ai giovani che – dopo la laurea – stanno cercando lavoro e vogliono aumentare le possibilità di essere assunti proprio utilizzando i social network.

Anche alcuni dati sono riferibili a questa tendenza: i calcola che più dell’89% delle aziende mondiali utilizzano i social media per trovare candidati per le posizioni aperte, ancora prima di offrire loro un colloquio (e talvolta ancor prima di pubblicare ufficialmente l’offerta di lavoro).

L’hashtag di riferimento è #Twesum: un curriculum vitae in 140 caratteri. Questo termine nasce dall’unione delle parole “Twitter” e “Resume”, ed è con questo hashtag che sempre più giovani alla ricerca di lavoro affidano il loro curriculum o i loro profili Twitter alla rete, con la speranzo che raggiunga la timeline di qualche recruiter aziendale.

Twitter e lavoro: ecco i segreti

Siete curiosi di avere alcuni consigli su come utilizzare i social media nella ricerca di un lavoro? Ecco qua una lista delle cinque cose da fare assolutamente su Twitter a cura della Unicusano di Brescia:

Inserire una biografia professionale

Come prima cosa, Twitter impone una breve biografia: va studiata in maniera chiara e professionale in modo tale da elencare in maniera comprensibile e vincente le proprie competenze e gli skills di cui si è in possesso.

Stesso discorso vale anche per le fotografie: niente selfie al mare né fotografie ridicole. Anche le fotografie devono rispecchiare gli interessi e la personalità.

Ricordate che in molti casi, i recruiter tendono a farsi un giro sui motori di ricerca inserendo il nome e cognome del candidato come keyword; se tra i risultati uscità il vostro profilo Twitter siate più che sicuri che verrà sbirciato in modo tale da capire che tipo di persona avranno di fronte al colloquio conoscitivo. E, generalmente, sappiate che la prima impressione è quella che conta.

Vivere la “rete”

Come tutti i social network, anche Twitter è indispensabile per coastruirsi – appunto – un network. Ma come fare? Siate presenti nelle discussioni, retwittando e commentando notizie inerenti a quelli che sono i vostri interessi e i vostri obbiettivi professionali. Inoltre, comincia a seguire le aziende e le company che ti interessano, interagendo con loro e seguendo gli aggiornamenti pubblicati.

Commentare con coerenza

Per un corretto utilizzo di Twitter per la ricerca di lavoro, è bene non sbilanciarsi in commenti estremisti o a proposito di argomenti che non conoscete bene. L’obbiettivo di utilizzare Twitter per trovare lavoro è quello di costruirvi (o migliorare) la digital reputation in ottica professionale, quindi non rovinatevi con i vostri stessi “cinguettii”.

E se proprio avete voglia di lasciarvi andare a commenti contrari al buon costume o negativi o duri (o, semplicemente, senza filtri) un suggerimento potrebbe essere quello di creare due account: uno personale (magari utilizzando uno pseudonimo e dedicato solo alle persone più care) ed uno ufficiale finalizzato alla  ricerca professionale di lavoro.

Utilizzare gli hashtag giusti

Per trovare offerte di lavoro attraverso i social media, è importante – nel caso di Twitter – utilizzare gli hashtag coerenti con questo scopo. Un consiglio è quello di  utilizzare il Twitter Advanced Search per una ricerca di hashtag efficace. Oltre al già citato # Twesum, esistono infatti anche hashtag mirati alla ricerca di lavoro (#lavoro #job #carriera) o riferiti a specifiche professioni.

Twitta con i tempi giusti

L’intervallo migliore per twittare con la speranza di essere notati dalle aziende, secondo uno studio condotto dallo staff della Unicusano di Brescia è dalle 13 alle 15, tra lunedì e giovedì. Da evitare post dopo le otto di sera e quelli dopo le 15 il venerdì.

In conclusione, ricordate che social network e lavoro sono ormai due concetti estremamente interconnessi tra di loro il che significa che ogni aspetto del proprio personal branding online debba essere curato nei minimi dettagli senza lasciare “sbavature” che, in rete, tenderebbero ad affossare la propria reputazione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali