informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa mangiare a Pasqua. Le idee per il tuo pranzo

Commenti disabilitati su Cosa mangiare a Pasqua. Le idee per il tuo pranzo Studiare a Brescia

Tra non molto sarà Pasqua. Molti studenti dell’Università online Niccolò Cusano di Brescia si riuniranno con amici e parenti per il consueto pranzo in casa.

Sai già cosa mangiare a Pasqua? Se sei alla ricerca di idee, sei capitato nel posto giusto. Per non farti trovare impreparato, ti daremo un menù completo da portare a tavola per stupire i tuoi ospiti.

Naturalmente abbiamo scelto ricette pasquali tipiche della città di Brescia. Se sarai proprio tu a cucinare, al termine del nostro approfondimento, troverai una sorpresa per metterti subito ai fornelli. Buona lettura e buon appetito!

cosa mangiare a pasqua tavola

Cosa mangiare a Pasqua: ricette della tradizione bresciana

Come tutte le feste religione, anche la Pasqua, si lega alle usanze della grande cucina tradizionale. In tutto il nostro Paese, in ogni regione, si portano a tavola i prodotti tipici del luogo. La Pasqua è il simbolo della rinascita e si associa anche all’arrivo della primavera. Ci basti pensare ai classici pic nic all’aria aperta da fare a Pasquetta.

Per questo il menù pasquale è improntato molto all’uso di prodotti freschi e di stagione. Nonostante le differenti tradizioni culinarie, in tutte le famiglie italiane, non mancano uova e cioccolata.

Ti è venuta l’acquolina in bocca? Allora non perdiamo altro tempo e scopriamo cosa mangiare a Pasqua a Brescia.

Menù pasquale a Brescia

A Brescia, come in tutta Italia, il pranzo di Pasqua è un rito per riunire la famiglie e anche gli amici.

Da cosa iniziamo? Dal classico uovo sodo, simbolo della vita. L’abitudine religiosa vuole che l’uovo benedetto in chiesa nella settimana precedente la domenica di Pasqua, venga cotto e consumato in silenzio dopo la preghiera. Ognuno consuma il proprio uovo sodo.

Dopo aver dato spazio a questo rituale, si prende posto a tavola e le cuoche bresciane sono pronte a deliziare i palati del loro commensali. Di cose da mangiare a Pasqua ce ne sono davvero tante. Scopriamole insieme!

Antipasto di Pasqua

Si comincia dagli antipasti, portando in tavola i prodotti tipici della stagione, ovvero carciofi, asparagi o affettati. Non può mancare il salame o una tipica torta rustica pasqualina.

In Lombardia ad esempio, si usa mangiare una pasta sfoglia ripiena di impasto di pollo rosolato in padella, con prosciutto, parmigiano, asparagi, sale pepe, timo e prezzemolo. Ottimo anche per la gita del giorno dopo.

Primi piatti di Pasqua

Per quanto riguarda i primi piatti, i bresciani preferiscono mangiare i risotti, le crespelle o le lasagne con verdure primaverili. Non possono mancare in tavola i famosi casoncelli: una pasta ripiena a forma di mezza luna. Per il ripieno si usano verdure, carne, amaretti e pere. Un sapore davvero intenso, assolutamente da provare.

Secondi piatti di Pasqua

Per i secondi piatti solitamente si porta in tavola il classico capretto alla bresciana con polenta e patate o il piccione farcito alla bresciana di cui parleremo a breve.

Un’alternativa alla carne, per chi preferisce il pesce, in questo caso di lago, è il salmerino con erbe aromatiche o il filetto Persico al forno.

I dolci pasquali

Che Pasqua sarebbe senza dolci? Con grande gioia si porta in tavola la classica colomba. Tra i dolci locali c’è anche la tipica Spongada. Una focaccia dolce dall’aspetto di una piccola pagnotta cosparsa di zucchero. Un dolce semplice dal sapore delicato e unico.

Se il pranzo è iniziato con un uovo sodo, dovrà finire per forza con un altro uovo. Questa volta di cioccolato. Tutti si deliziano con le uova di cioccolata e, per i più piccoli, di solito arriva anche la sorpresa.

Ricetta piccione farcito alla bresciana

Vogliamo chiudere la nostra guida su cosa mangiare a Pasqua, con una ricetta di un piatto tipico di Pasqua: il piccione farcito alla bresciana.

Si tratta di una specialità della città di Brescia, servito con mandorle, formaggio, rosmarino e uova. Noto in tutta l’area padana, il piccione farcito alla bresciana si distingue per una nota leggermente amarognola data dalle mandorle.

Se vuoi preparare questo piatto ai tuoi ospiti per Pasqua, segui correttamente la ricetta che ti proponiamo.

Ingredienti per 6 persone
3 grossi piccioni
1 uovo
2 mandorle amare
100 gr di burro
35 gr di formaggio grana grattugiato
40 gr di pane grattugiato
45 gr olio extra vergine di oliva
35 gr di cipolla
1 rametto di rosmarino
100 ml di vino bianco
1 mestolo di brodo
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione
Pulire e fiammeggiare i piccioni, conservandone i fegatini.

Nel frattempo far rosolare la cipolla tritata con 30 gr di burro e aggiungere i fegatini tritati.

Togliere dal fuoco e preparare il composto in una terrina impastando insieme il pane grattugiato, l’uovo, le mandorle, il formaggio ed il brodo.

Regolare di sale e pepe e lasciar riposare per 30 minuti.

A questo punto prendere il composto e farcire i piccioni. Disporli in una pirofila con l’olio, il restante burro ed il rametto di rosmarino.

Mettere tutto nel forno preriscaldato a 180° C e portare a cottura aggiungendo ogni tanto il vino bianco.

Non vedi l’ora che sia Pasqua per mangiare queste prelibatezze? Approfitta dei giorni di festa per visitare Brescia e scoprire gli itinerari migliori per gli studenti.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali